music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Music and Words

 Here are the articles published in our blog Musica e Parole. By ticking the various years and months you can open the menu from which you can access all the resources available in the section. On the Historical Archive page you will also find this section plus some other resources and links to the site's contents

Intervista al regista Lorenzo Giossi

2020-01-30 11:33

Admin

Interviste, Interviste artisti, musica, opera, intervista,

Intervista al regista Lorenzo Giossi

Una piacevole conversazione con il giovane talentuoso regista Lorenzo Giossi durante la produzione del Don Giovanni di Mozart presso il Teatro Verdi di Pisa

news116-1581349614.pngnews115-1581349615.png

Una piacevole conversazione con il giovane talentuoso regista Lorenzo Giossi, durante la produzione del Don Giovanni di Mozart presso il Teatro Verdi di Pisa dove è direttore di scena. Questa è l’inizio di un nuovo ciclo di interviste, che come tradizione, saranno rivolte ad artisti lirici e registi, ma anche compositori di musica contemporanea con una apposita sezione dedicata nel nostro sito.Troverete presto sul gruppo "L’Opera Lirica dal Loggione & Musica in Opera" delle anticipazioni importanti su progetti relativi alla musica classica contemporanea, senza tralasciare la lived experience di molti artisti del passato. 


-Qualisono stati i tuoi esordi? Le prime esperienze? Parlaci un po di comehai vissuto il tuo debutto e come ogni volta vivi la prima di un tuospettacolo 

 - Mi ricordo che avevo voglia dimettermi alla prova; così rubai l’agenda a mio padre e chiamai unteatro a caso chiedendo di farmi fare qualsiasi cosa anche gratis, apatto di avere il nome sul programma di sala per i creditiscolastici. Così cominciai a piantare i chiodi, ad aggiustareattrezzeria e ad aiutare alla regia. Il cosiddetto Jolly. Poi PaoloPanizza mi chiese di fargli da assistente alla regia e da li conobbipoi Federico Bertolani a cui feci da assistente .. da qui partìtutto. Per poi arrivare al debutto alla regia di Elisir d’Amoreal Teatro Sociale di Bergamo vissuto con tanta emozione, orgoglio epaura. Questa gavetta mi ha insegnato ad apprezzare ogni posto incui si fa teatro: da grande al piccolo e a comportarmi nel piccolocome nel grande. Anche oggi i sentimenti sono gli stessi. Ogniproduzione è sempre la prima anche se il titolo è ben masticato..l’adrenalina e l’emozione non ti mollano mai , soprattutto sepenso di essere molto fortunato a fare ciò che faccio alla mia etàtrovandomi a firmare allestimenti in teatri come Carlo Felice diGenova o Verdi di Trieste. 

- Inquale campo ancora vorresti sperimentare, pensi che ci sia ancoraspazio per innovare più nella scenografia o nella regia di unospettacolo? 
 Non mi dispiacerebbe sperimentarmianche nel musical e chissà nel cinema, ma sono sogni per ora.Diciamo che regia e scenografia per me vanno di pari passo. Lascenografia è l’espressione visiva di un particolare concettoquindi l’innovazione è possibile in entrambi i campi e ce n’èdi strada da fare. Ogni giorno cambiamo e scopriamo cose nuove. 

- Seianche attore ho visto. Cosa hai portato in scena e quale ruolo tipiacerebbe interpretare in qualità di attore? 
Ho anche la fortuna a volte dipoter recitare. Con la mia compagnia ho portato in scena prima duetesti da me scritti "Equivoci" e "Dietro a un grande uomo"per poi arrivare a "Non per soldi ma per denaro" liberamenteadattato dal film di Billy Wilder con Luca Mauli. Un personaggio chevorrei interpretare? Felix ne "La strana coppia" che sentoparticolarmente vicino, un vero e proprio sogno nel cassetto. Poi latesta frulla e le idee e i progetti non si contano. 

- Hovisto che con grande versatilità ami realizzare in prima personatutto ciò che concerne un tuo spettacolo (scenografie, costumi, ideadi spettacolo). Cosa pensi del "teatro virtuale" ovverodegli allestimenti scenici consistenti in proiezioni digitali? 
Questa versatilità è nata in uncerto senso dalla necessità lavorativa schiettamente parlando.Essendo anche scenografo e pittore riesco a conciliare facilmente la parte creativa con quella costruttiva. Ritengo che regia,scenografia e costumi vadano di pari passo appunto. La tecnologiacerto può aiutare ma non dobbiamo dimenticare cosa il teatro è:ossia pezzettini di carta bianca per fare la neve per intenderci.Credo che il teatro sia uno degli ultimi luoghi dove l’artigianatopuò trovare espressione. In teatro uno straccio ben illuminatopuò diventare velluto. Questa è la magia del teatro che ancoracommuove. La proiezione certo può aiutare tantissimo, ma è unlinguaggio diverso che ben può integrarsi sul palco. Ma si deveprestare attenzione a non fare un collage tra oggetto 3D eproiezione. Credo che si possa fare teatro con proiezioni ma chetali mezzi vadano usati come un linguaggio a parte, nuovo, in quantoopera d’arte e non solamente per dare l’illusione di unpaesaggio. Se un proiezione c’è deve vivere come opera d’artee su di essa va progettato lo spettacolo. 

- Qualè l’opera a cui sei più legato? 
  Sono due le opere a cui sonolegato particolarmente . Sono Macbeth e Rigoletto di Verdi. SuMacbeth realizzai la mia tesi di laurea all’acccademia di BelleArti di Bologna. Rigoletto è particolare e mi colpisce sempre dipiù: porta la vita vera sul palco con tutte le contraddizioni di unessere umano a seconda dei contesti sociali in cui è immerso. Perintenderci Rigoletto è un padre, ma è anche un buffone che gode afar condannare a morte le persone, è amorevole, protettivo evendicativo, si vergogna di se stesso , ma deve lavorare. 

- Ancheio come te condivido il grande piacere e onore di avere un padre euna madre artisti, quanto è importante vivere in prima persona ilteatro, quanto lo è stato potendo assistere o addiritturapartecipare attivamente a spettacoli a fianco del tuo grande padreMarzio Giossi, le tue sensazioni e i desideri che ancora tiaffascinano 
Si parlava prima di fortuna. Unafortuna enorme è stato vivere dentro il teatro fin da piccolissimo,osservandone i meccanismi più profondi. Dalle prove di regia, aidirettori illustri che mi spiegavano lo spartito, al carpire isegreti del trucco una volta che raggiungevo mio padre in camerinoper portargli un caffè, osservare il lavoro sartoriale, i cambi discena, le prove luci, le letture d’orchestra, le prove musicali,gli inviti dopo lo spettacolo. Fin da piccolissimo ho respiratoquest’aria nei teatri più importanti del mondo: la prima scuolaper così dire. Una fortuna immensa. Ciò mi ha permesso anche diimparare a memoria molte opere di repertorio e non e di assistere apiù allestimenti dello stesso titolo ovviamente. Ricordo tutto congratitudine. Non è stata una vita facile. A scuola non tutticapivano i miei viaggi ovviamente ma sapevo che qui volevo arrivaree mi ritengo molto privilegiato dalla sorte. A volte mi capita dilavorare al fianco di mio padre, sempre esperienza unica. Unoscambio muto di emozioni e stima reciproca.

- Ilteatro del futuro. Quale sarà la sua importanza nella società perle nuove generazioni? Come leggere i segnali di rinnovamento chemolti registi, specie nel nord Europa, lanciano anche senza tabù ?Pensi che la tradizione possa ancora avere un ruolo o dovremmoabbandonare il teatro lirico classico? 
Questa ultima domanda è moltoimportante e molto impegnativa. Personalmente ritengo che il teatromandi sempre messaggi nuovi alla società del suo tempo. Il teatro èeterno proprio per questo. Sta a noi scavare nelle opere per farneemergere i significati più nascosti e più attuali proprio perchéeterni. Il teatro deve far si che lo spettatore esca diverso dallasala. Credo personalmente in un teatro povero costituito damateriali semplici, che possa farsi capire da tutti. Inpalcoscenico i significati e i concetti si ribaltano. Mai chiudersiin sala come se questo strano luogo fosse espressione solo deinostri pensieri. Il teatro deve inserirsi nella società perchésolo nella società trova senso. Il teatro deve scuotere lecoscienze. Gli allestimenti del nord Europa possono essere più omeno apprezzabili ma sicuro vanno in direzione di rottura. Bisognaguardare sempre oltre. Mai accontentarsi di ciò che già si sa.Ogni opera rivela sempre qualcosa di nuovo. Ritengo oltretuttofondamentale la cosiddetta tradizione: termine che non amo usare inquanto l’opera va oltre certe restrizioni linguistiche.Sicuramente mai dobbiamo dimenticare quelle che sono le nostreradici e i grandi maestri che ci hanno preceduto. La tradizioneserve eccome... è la nostra base. E’ il nostro trampolino dilancio per poi poter scoprire altro. 

- Comereinventare il Teatro? 
Con lostudio. Partendo dal presupposto che il teatro vive se viviamo noi,che il teatro è fatto di persone dietro le quinte e in sala, senoi studiamo, ci informiamo e non perdiamo quella luce negli occhi(che non è facile mantenere) il teatro avrà sempre nuova linfa.Reinventare il teatro non vuol dire solo creare allestimenti diversio innovativi ; vuol dire anche pensare il teatro per tutti. Portarlonelle strade, sui marciapiedi, fino al grande edificio storico conla buca d’orchestra e i palchi. Tendo a considerare moltol’aspetto umano perché da quello nascono nuovi modi di intenderee comprendere i personaggi di un dramma, li sentiamo a noi vicini equindi possiamo farli conoscere agli altri in modo semplice echiaro, qualunque sia il luogo dove operiamo. Di conseguenzapossono nascere tecnologie, materiali e modi nuovi di fare teatro. 

- Qualisono i tuoi impegni futuri?
Prossimamente sarò a Trento colTeatro Verdi di Pisa come direttore di scena nel Don Giovanni diMozart, a marzo debutterò Lucia di Lammermoor regia scene ecostumi con Associazione Mario Del Monaco di Modena e al TeatroDuse della mia Città, Bologna l’inganno Felice di Rossini regiascene e costumi.
Un grande in bocca al lupo per tutti i tuoi impegni e per la tua carriera, certo che ti riserverà delle belle soddisfazioni. Grazie a voi della lettura di questa intervista, vi invito a seguire tutte le iniziative e i contest del nostro gruppo Facebook. Alla prossima,Alessandro Ceccarini

news116-1581349614.pngnews115-1581349615.png
blogmusica-e-parole

Inaugurata alla Fondazione Cerratelli la mostra di costumi
News, Storia della Lirica, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Inaugurata alla Fondazione Cerratelli la mostra di costumi "100 volte Puccini"

Admin

2024-05-19 19:36

Inaugurata la mostra di costumi "100 volte Puccini" a Villa Roncioni, sede della Fondazione Cerratelli

L'Italiana in Algeri al Teatro Lirico di Cagliari - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione, rossini,

L'Italiana in Algeri al Teatro Lirico di Cagliari - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2024-05-16 22:39

La recensione dell'Italiana in Algeri andata in scena al Teatro Lirico di Cagliari, recita del 12 maggio. di Loredana Atzei

Viva Verdi! Un Requiem dalla bellezza eterna - di Antonio R. Indaco
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, lirica, recensione,

Viva Verdi! Un Requiem dalla bellezza eterna - di Antonio R. Indaco

Antonio Indaco

2024-05-11 01:05

Grande serata Ginevra con il Requiem verdiano. Recensione di Antonio Indaco

News, Musicologia generale, Interviste, Interviste artisti, opera, intervista,

"Le Interviste del Loggione" 2024 - Serie Pucciniana - Intervista a Vivien Hewitt, regista

Admin

2024-04-26 23:13

Le interviste del Loggione 2024 - Intervista al Vivien Hewitt, regista

News, Musicologia generale, Storia della Lirica, Interviste, Interviste artisti, opera, intervista, puccini,

"Le Interviste del Loggione" 2024 - Serie Pucciniana - Intervista ad Emiliano Sarti, musicologo

Admin

2024-04-19 23:34

Intervista al musicologo Emiliano Sarti per la nuova serie detta "Pucciniana" delle Interviste del Loggione

Don Giovanni - spettacolo in prosa irriverente in scena allo spazio Balabìott di Pisa
News, Curiosità, Teatro, news, teatro, prosa,

Don Giovanni - spettacolo in prosa irriverente in scena allo spazio Balabìott di Pisa

Admin

2024-04-12 03:41

Sabato 13 e domenica 14 in scena allo spazio Balabìott di Pisa la rilettura in prosa di Don Giovanni di Annalisa Pardi

Musicologia generale, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

"Le Interviste del Loggione" 2024 - Intervista al M° Panico e al M° Samale - Serie "Musica contemporanea"

Admin

2024-04-11 23:32

L'intervista al M° Mariano Panico e al M° Nicola Samale per Le Interviste del Loggione 2024

Danielle De Niese, dal Barocco a Broadway - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Danielle De Niese, dal Barocco a Broadway - Recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-04-03 23:46

La recensione di Kevin De Sabbata del bel concerto di Danielle De Niese alla Symphony Hall. Buona lettura

Nabucco al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Nabucco al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-03-29 02:08

La recensione del Nabucco in scena al Teatro Verdi di Trieste. A cura di Gianluca Macovez

Ascolti per la Settimana Santa di Pasqua - Anno 2024
News, Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, news, Curiosità,

Ascolti per la Settimana Santa di Pasqua - Anno 2024

Admin

2024-03-27 03:16

Il consueto articolo pasquale per farvi gli auguri in musica, Buona Pasqua a tutti!

Al soprano Donata D'Annunzio Lombardi il
News, Curiosità, opera, premio,

Al soprano Donata D'Annunzio Lombardi il "Premio Donna è Lirica" 2024. Stasera la premiazione

Admin

2024-03-23 17:43

.    Edizione speciale del Premio Donna È 2024 a Casciana Terme; quest’anno l’ Associazione Idee in Movimento (tutta al femminile) compie 20 anni.Un p

Il soprano Danielle de Niese questa settimana in concerto a Birmingham - di Kevin De Sabbata
News, Curiosità, opera, news,

Il soprano Danielle de Niese questa settimana in concerto a Birmingham - di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-03-20 01:58

Il nostro corrispondente dall'Inghilterra Kevin De Sabbata ci invita ad assistere a un importante concerto del soprano Danielle de Niese vicino a Londra

Al via le iscrizioni per il 21° Concorso internazionale
News, Curiosità, opera, lirica, concorso,

Al via le iscrizioni per il 21° Concorso internazionale "Luigi Zanuccoli"

Admin

2024-03-18 12:13

Da alcuni giorni è possibile iscriversi al 21° concorso internazionale L. Zanuccoli. Presidente di giuria il baritono Bruno De Simone

Gli ottant'anni di Sir Karl Jenkins - Articolo di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musica, musicologia,

Gli ottant'anni di Sir Karl Jenkins - Articolo di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-03-16 18:51

Omaggio del nostro collaboratore Kevin De Sabbata a uno dei più grandi compositori del nostro tempo

Un'applauditissima
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Un'applauditissima "Ariadne auf Naxos" al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-03-03 01:31

Successo della Arianna a Nasso di Strauss presso il Teatro Verdi di Trieste - recensione di Gianluca Macovez

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco

Antonio Indaco

2024-02-09 23:02

La recensione del nostro corrispondente Antonio Indaco della prima rappresentazione assoluta dell'opera Justice di Para a Ginevra

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-02-02 02:46

La recensione di Gianluca Macovez dell'Anna Bolena al Verdi di Trieste

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-12-28 12:50

La nostra corrispondente Loredana Atzei ci parla del successo ottenuto dalla ripresa di Barbiere di Siviglia andata in scena al Teatro di Tempio Pausania

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)
News, Musicologia generale, Curiosità, musica, news,

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)

Admin

2023-12-23 13:04

I tradizionali auguri in musica del gruppo L'Opera Lirica dal Loggione & Musica in Opera. Buone feste a tutti!!!!

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien
News, Musicologia generale, Curiosità, news, concerto,

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien

Admin

2023-12-22 19:43

Concerto di San Silvestro al Teatro di Udine. Solista il soprano Yutong Shen.

Here are the articles published in our blog Musica e Parole. By ticking the various years and months you can open the menu from which you can access all the resources available in the section. On the Historical Archive page you will also find this section plus some other resources and links to the site's contents

The 10 most read articles

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder