music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Musica e Parole

 Parte centrale del nostro sito dove vengono pubblicati gli articoli e le interviste agli artisti, che vengono poi condivise sulla pagine del nostro gruppo Facebook, in modo da essere sempre disponibili per i nostri membri, sostenitori e appassionati del mondo della Lirica.

Carmen all'Arena di Verona - di Loredana Atzei (recita del 21/07/22)

2022-07-26 20:25

Loredana Atzei

News, Musicologia generale, Curiosità, opera, recensione,

Carmen all'Arena di Verona - di Loredana Atzei (recita del 21/07/22)

La recensione della nostra corrispondente Loredana Atzei della Carmen di Bizet in scena presso l'Arena di Verona (recita del 21/7)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

G. Bizet - Carmen - Arena di Verona, recita del 21 luglio 2022

 

Scendere nell’Arena in una giornata caldissima e afosa ha in se sempre qualcosa di eroico. Sia per chi scende sul palco con pesanti costumi di scena, sia per i lavoratori che innalzano scenografie tra un atto e l’altro, sia per il pubblico immerso fino all’una di notte in un’immensa bacinella bollente e umida con l’aria quasi irrespirabile.

 

Ma ne vale la pena perché ciò a cui si assiste è grandioso. Si ha l’opportunità di vedere in azione una enorme macchina teatrale in uno degli Anfiteatri più grandi e belli al mondo.

Uno spettacolo nello spettacolo.

 

La Carmen che viene portata in scena è quella storica con la regia di Franco Zeffirelli.

Caotica, sovrabbondante di elementi scenici, piena di colori tra i quali emergono le divise dei Dragoni giallo azzurre spesso classificate come “Un pugno nell’occhio”.

Certamente nella realtà sarebbero il sogno di ogni contrabbandiere per la facilità con cui verrebbero avvistati nei monti consentendo ai criminali una rapida fuga.

Ma l’impatto visivo è assicurato e in Teatro l’importante è questo.

E’ necessario che i Dragoni si distinguano in una produzione come questa piena di comparse e l’abbinamento dei due colori, semplicemente, riesce nello scopo.

E poi ballerini, cavalli, figuranti…Ognuno con il suo compito ben preciso svolto ad un lato del palco e poi spesso ripetuto in modo simmetrico nell’altro lato.

 

Il lavoro che c’è dietro è immenso e si vede. E’ un bombardamento di informazioni che accoglie lo spettatore e che lo stordisce.

A livello teatrale si otterrebbe di più con meno.

La drammaturgia ci guadagnerebbe sicuramente con uno spettacolo più leggero.

Ma è probabilmente anche vero che il pubblico dell’Arena vuole avere l’emozione di perdersi in queste grandi produzioni.

Provare quello smarrimento provocato dal non sapere più dove guardare perché tutto è in movimento e la regia non guida l’occhio del pubblico su qualcosa di preciso.

E poi c’è anche il vantaggio di poter rivedere la stessa Opera e trovarci sempre qualcosa di diverso che era sfuggito in precedenza.

 

In quest’ottica il lavoro monumentale ha senso.

Il risultato è un grande spettacolo per un grande pubblico.

E non è certo cosa da poco, in ogni caso, poter avere la possibilità di assistere ad uno spettacolo tradizionale che rispetti i luoghi, i tempi e i personaggi così come descritti nel libretto.

L’impianto scenico è quello originario anche se sono state fatte delle aggiunte seguendo delle intuizioni successive alla messa in scena di Zeffirelli.

I costumi di Anna Anni riprendono gli abiti spagnoli con camicie bianche, scialli rossi, completi neri e tanto oro nei ricami preziosi del Torero e dei Picador.

 

Anche le coreografie sono quelle originali di El Camborio riprese grazie a Lucia Real e con la partecipazione della compagnia Antonio Gades diretta da Stella Arauzo.

Il corpo di ballo, coordinato da Gaetano Petrosino, è impegnato durante tutta la recita e offre un momento di svago e interazione con il pubblico durante il lungo cambio scena tra il terzo e quarto atto. I ballerini oltre a sfidarsi da un lato all’altro del palco invitano la platea a tenere il ritmo con un divertito battimano che trascina tutti nell’atmosfera vivace e festosa dell’imminente Corrida.

 

Il M° Marco Armiliato dirige con mano ferma e sicura l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona riuscendo ad ottenere un buon amalgama. Particolarmente emozionante il preludio del terzo atto, reso ancora più suggestivo dal cielo stellato che ammanta i massi tra cui si aggirano come ombre i contrabbandieri.

 

Buona la prova del Coro preparato da Ulisse Trabacchin, così come buona è l’esecuzione del coro di voci bianche di A.Li.Ve. diretto da Paolo Fancicani.

 

Il gruppo di caratteristi costituisce un nucleo solido dalle vocalità sicure e capace di infondere un’ interpretazione convincente, conferendo spessore alla recita.

Tra questi spicca l’autorevole Zuniga di Gabriele Sagona, e la voce ampia di Caterina Sala nel ruolo di Frasquita. Altrettanto bravi Caterina Dellaere nel ruolo di Mercedes, Jan Antem e Vincent Ordonneau nel ruolo dei contrabbandieri Dancairo e Remendado e Alessio Verna nel ruolo di Morales.

 

Per il cast principale invece è tempo di debutti.

 

A cominciare dalla protagonista: il mezzosoprano americano J’Nai Bridges alla sua seconda recita di Carmen. La voce è calda e morbida ma piuttosto piccola per i grandi spazi dell’Arena, e spesso durante la recita non oltrepassa il muro orchestrale.

L’esecuzione dell’Habanera è un po’ sporca e sul finale la voce sparisce del tutto.

A livello recitativo manca ancora quella maturazione in grado di farle sviluppare tutta la carica di sensualità e sfrontatezza che rende il personaggio così irresistibile.

Ma Carmen è personaggio molto complesso da questo punto di vista e, data la giovane età del mezzosoprano, ci sarà tempo in futuro per delineare meglio i tratti peculiari della gitana.

 

Il soprano Maria Teresa Leva veste per la prima volta il vestitino blu di Micaela e porta in scena tutta la dolcezza del personaggio con una voce sicura, limpida, melodiosa e ben proiettata.

In perfetta sintonia nel duetto con Don Josè del primo atto, regala poi una buona performance nell’aria “Je dis que rien ne m’épouvant…” ricca di sfumature e conclusa con un diafano pianissimo.

 

Nel ruolo di Escamillo il baritono Gezim Mishketa che delinea il personaggio con la giusta arroganza e spavalderia. Il timbro della voce non è piacevolissimo, a tratti ingolato. Nonostante questo le intenzioni sono buone e teatralmente efficaci soprattutto nella seconda parte dell’aria del toreador. Nel terzo atto invece persiste una certa sofferenza vocale.

 

E’ anche il tanto atteso debutto areniano in Carmen di Roberto Alagna protagonista nel ruolo del Dragone che si innamora perdutamente della bella sigaraia.

Un debutto si fa per dire visto che di Don Josè sembra conoscere ogni fibra, ogni pulsione, ogni tragico gesto e ce lo mostra sul palco dal suo ingresso fino al palpitante finale.

Dall’ingenuo duetto con Micaela, quando ancora spera di potersi salvare, alla rabbia che lo divora quando Carmen comincia ad annoiarsi di lui.

Vocalmente conserva lo slancio giovanile e il fascino di un timbro unico che unisce potenza vocale, morbidezza, e un’ampia gamma di colori che sfodera in una appassionante e semplicemente straordinaria esecuzione de “La fleur…” ( alla fine della quale viene richiesto il bis non concesso ) e in un atto finale modificato dalle sue scelte interpretative capaci di amplificare al massimo la tensione emotiva ottenendo la massima efficacia teatrale possibile.

 

Le doti recitative, l’esperienza sul palco e il grande talento lo portano a svettare su tutti e a rendere indimenticabile quella che altrimenti sarebbe stata una Carmen di routine.

 

Sono i dettagli soprattutto che fanno la differenza. La cura della mimica, il vivere il personaggio in modo spontaneo restituendoci un Don Josè profondamente umano, sofferente e vero.

 

Il gesto rapido con cui nasconde il fiore all’arrivo di Micaela, il guizzare rapido della Navaja da una mano all’altra quando sfida Escamillo, la ferocia sensuale con cui sigilla le labbra di Carmen prima di lasciarla tra i Monti.

Per poi ritrovarla nel finale. Lui distrutto. Lei bellissima al fianco di un altro uomo. Dalle immagini festanti in uno spazio ricco e sovraffollato si passa all’improvviso ad un palco svuotato. Rimangono i due protagonisti in una sorta di duello psicologico. Al centro campeggia una croce.

Don Josè supplica Carmen, cerca il conforto o la pietà di un Dio, non trova pace nel suo amore disperato.

Annientato dall’ultimo rifiuto si getta su Carmen e la ferisce a morte.

Un finale tragico e potente che unisce le loro due vite per sempre in un ultimo disperato abbraccio mortale.

 

E mentre si spengono le luci e l’ultima nota chiude lo spettacolo, il pubblico esplode in un calorosissimo applauso consapevole di aver assistito ad una delle più grandi interpretazioni di Don Josè che siano mai andate in scena sotto il magico cielo di Verona.

 

di Loredana Atzei

 

GALLERIA

(si ringrazia l'ufficio stampa dell'Arena di Verona per la concessione delle immagini dello spettacolo. Alcuni degli interpreti in foto possono essere diversi rispetto alla recita del 21/7 - Foto credit: EnneviFoto )

 

 

carmen_210722_ennevifoto_dscf6321.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6695.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6707.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6763.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6729.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6630.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6470.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf6544.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf7279.jpeg
carmen_210722_ennevifoto_dscf7301.jpeg
blogmusica-e-parole

Alcina di Handel al Covent Garden di Londra - recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Alcina di Handel al Covent Garden di Londra - recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2022-11-28 03:35

Il nostro inviato da Londra Kevin De Sabbata ci parla della bella Alcina che ha visto trionfatrice una straordinaria Oropesa nel ruolo della protagonista

Otello di Verdi a Triesta (recita del 13/11) - recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Otello di Verdi a Triesta (recita del 13/11) - recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-11-16 02:33

Gianluca Macovez ci ha fornito la sua recensione relativa alla recita del 13/11 con il primo cast dell'Otello al Verdi di Trieste

Note Domenicali n° 12 (13/11) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Note Domenicali n° 12 (13/11) - "Autografi ed empatia"

Gianluca Macovez

2022-11-14 03:31

In Note Domenicali Gianluca Macovez questa settimana ci parla della disponibilità degli artisti a rilasciare autografi e fotografie ricordo. Buona lettura

Simone Piazzola debutta al San Francisco Opera con Germont ne
News, Musicologia generale, Interviste, Curiosità, opera, lirica,

Simone Piazzola debutta al San Francisco Opera con Germont ne "La Traviata"

Admin

2022-11-08 17:53

Simone Piazzola debutta l'11/11 prossimo al San Francisco Opera in uno dei ruoli da lui più interpretati, quello di Germont ne “La Traviata” di Verdi

Otello di Verdi a Trieste (recita del 5/11) - recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Otello di Verdi a Trieste (recita del 5/11) - recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-11-08 17:25

La recensione di Otello (secondo cast) di Gianluca Macovez in scena al Verdi di Trieste. Buona lettura

200 articoli di Musicainopera!
News, Curiosità, storia,

200 articoli di Musicainopera!

Admin

2022-11-06 02:49

200 ARTICOLI DI MUSICA  - traguardo storico per il nostro sito che celebriamo con questo articolo

JONI il nuovo album musicale di Rossana Casale - di Elena Torre
News, Musicologia generale, Interviste, Curiosità, musica, comunicato stampa,

JONI il nuovo album musicale di Rossana Casale - di Elena Torre

Elena Torre

2022-11-05 19:31

Uscito il 4 novembre scorso JONI il nuovo album di Rossana Casale, un omaggio in Jazz di grande interesse

Note Domenicali n°11 (30/10) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, biografia,

Note Domenicali n°11 (30/10) - "Due straordinarie personalità: Lucia Valentini Terrani e Marlene Dietrich" d

Gianluca Macovez

2022-10-30 23:13

Un parallelismo affascinante tra due donne di spettacolo straordinarie, Gianluca Macovez ce ne parla in questa puntata di Note Domenicali

Fedora al Teatro alla Scala (recensione recita del 21/10) - di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Fedora al Teatro alla Scala (recensione recita del 21/10) - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-10-27 17:56

La nostra inviata Loredana Atzei al Teatro alla Scala di Milano è tornata per assistere ad un altra recita di Fedora. Nell'articolo il resoconto della serata

Otello a Trieste: una lunga storia d'amore - di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musicologia, opera,

Otello a Trieste: una lunga storia d'amore - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-27 17:22

Un articolo di Gianluca Macovez dedicato ai precedenti dell'Otello verdiano al Teatro Verdi di Trieste

Operetta a Tarcento -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, Recensioni, recensione,

Operetta a Tarcento - "Cronache musicali italiane" - recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-26 00:48

La recensione dello spettacolo di operetta a cui ha assistito il nostro inviato Gianluca Macovez a Tarcento (Udine). Buona lettura

Note Domenicali n° 10 (23/10) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera,

Note Domenicali n° 10 (23/10) - "A Ghena Dimitrova" di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-24 03:32

Un omaggio di Gianluca Macovez al grande soprano bulgaro Ghena Dimitrova. Buona lettura

La Boheme alla Royal Opera House (recita del 14/10) - recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

La Boheme alla Royal Opera House (recita del 14/10) - recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2022-10-20 22:01

La recensione del nostro inviato presso il Royal Opera House di Londra Kevin De Sabbata. Stasera disponibile live su internet. Buona lettura

Fedora al Teatro alla Scala di Milano - di Loredana Atzei
News, Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Fedora al Teatro alla Scala di Milano - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-10-19 03:09

La recensione di Fedora della nostra corrispondente Loredana Atzei dal Teatro alla Scala di Milano. Buona lettura

Note Domenicali n° 9 (16/10) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera,

Note Domenicali n° 9 (16/10) - "A Magda Olivero" di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-16 21:46

Un omaggio al grande soprano Magda Olivero di Gianluca Macovez nelle sue Note Domenicali

Successo a Catania per il Concerto di musica sacra di Bellini e Pacini
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, Recensioni, concerto, recensione,

Successo a Catania per il Concerto di musica sacra di Bellini e Pacini

Admin

2022-10-13 03:41

Si è svolto a Catania un bellissimo concerto di musica sacra di Bellini e Pacini. Successo di pubblico e ottimi consensi

Il Firmamento Lirico Toscano - Omaggio al basso Franco Calabrese
Musicologia generale, Storia della Lirica, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

Il Firmamento Lirico Toscano - Omaggio al basso Franco Calabrese

Admin

2022-10-11 01:55

Per il Firmamento Lirico Toscano un omaggio al grande basso Franco Calabrese, celebre interprete caratterista spesso presente in cast storici alla Scala e in TV

Intervista al soprano Clara Polito - di Loredana Atzei
News, Musicologia generale, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

Intervista al soprano Clara Polito - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-10-10 02:28

Una bella intervista di Loredana Atzei al soprano Clara Polito, una artista di grande talento

Note Domenicali n°8 (09/10) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera,

Note Domenicali n°8 (09/10) - "Macbeth - Ladies &...Gentlemen" di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-10 00:19

In questa puntata di Note Domenicali Gianluca Macovez si occupa del Macbeth di Giuseppe Verdi e in particolare di due grandi interpreti femminili

News, Musicologia generale, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

"Le interviste del Loggione" Anno 2022 - Intervista al M° Enrico Calesso

Admin

2022-10-09 04:00

Intervista di Alessandro Ceccarini al M° Enrico Calesso, direttore d'orchestra, per la nuova serie de "Le Interviste del Loggione" Anno 2022

Ecco di seguito gli articoli pubblicati nel nostro blog Musica e Parole. Spuntando i vari anni e mesi potrete aprire il menù da cui poter accedere a tutte le risorse disponibili nella sezione. Sulla pagina Archivio storico inoltre troverete questa sezione più alcune altre risorse e link ai contenuti del sito

I 10 articoli più letti

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder